Killer sound – Bored kids are back in town

Killer sound – Bored kids are back in town

  03/12/2011

Oxygenate Production presenta:

Killer sound – Bored kids are back in town 
 

La partenza devo dire che non è stata delle migliori in quanto appena messo in disco nello stereo ho un riff praticamente identico ad una canzone dei Rise against,  dopo di che le cose diciamo che sono lentamente migliorate.
Sono essenzialmente due i punti di forza di questo disco a mio avviso ed altrettanti i punti deboli...
Partendo dalle buone notizie: i Killer sound in questo loro album di debutto mescolano numerose influenze cercando di uscire un po dagli standard fissi di un genere...c'è una buona dose di punk rock sia di scuola italiana (latte+) che estera , qualche pizzico di hardcore melodico con alcuni passaggi che mi hanno fatto lontanamente ricordare No use for a name e gli ultimi NOFX (e per chi non lo sapesse, per me ricordare in Nofx è sempre cosa buona e giusta :D) un bel po di rock n'roll che si nota in diversi passaggi dell'album e negli assoli piazzati bene all'interno dei pezzi ed anche un richiamo esplicito all'interno di una traccia, appunto chiamata: injection of rock'n'roll.
Il secondo aspetto positivo riguarda la produzione che ho apprezzato in quanto riesce ad avere una qualità abbastanza alta, ma mantenendo un non so chè di grezzo all'inerno dei suoni, che, a mio parere, si sposa bene con il sound del gruppo.
I limiti principali che compaiono riguardano la parte delle liriche, non tanto a livello di melodie vocali che anzi non mi sono dispiaciute, ma a livello di pronuncia e di scrittura; tutti i testi sono in inglese ma la padronanza della lingua non sembra altissima e spesso accade di scrivere concetti in modo molto semplice a causa di un vocabolario ristretto.
Il secondo aspetto che non mi ha convinto sono alcuni cambi di tempo che appaiono forzati più da una voglia di mostrare di cambiare per dare risvolti non scontati ai pezzi piuttosto che verificare se effettivamente fossero stacchi che riempivano bene la fluidità della canzone tanto che, in alcuni casi ho riascoltato i singoli passaggi che alle mie orecchie suonavano male.
Il gruppo milanese è attivo socialmente e ciò si capisce facilmente dalla lettura dei testi. nonché l'ideatore del discusso festival Rock against Silvio che è svolto a Milano.
La valutazione nel complesso è positiva, come ho detto all'inizio 2 erano i maggiori punti a favore e 2 erano le questioni convincenti quindi, dato che la matematica non è un'opinione, gli estremi si annullano...diciamo un risultato senza infamia e senza lode.

Voto: 6 

Myspace Band: http://www.myspace.com/killersoundpunkrock
 

Recensione a cura di Damiano

 

Cerca nel sito